Il gioco rappresenta una parte fondamentale della vita dei bambini. Giocare aiuta i bambini a crescere, stimola ad apprendere nuove abilità, a conoscere ciò che li circonda e insegna loro a rapportarsi correttamente con gli altri. Giocare quindi è una cosa molto seria perché i bambini crescono e si formano soprattutto giocando.

Mamma e papà non dovrebbero mai sottovalutare la fase di gioco e non parteciparvi, in quanto farebbero un gravissimo errore. Perché? Semplicemente perché tramite il gioco si può rafforzare in un modo unico ed esclusivo il rapporto tra genitori e figli. Giocando si diventa complici dei bambini e si ha la possibilità di entrare nel loro magico mondo incantato.

I bambini adorano giocare, lo farebbero in continuazione, giocherebbero giorno e notte se fosse possibile! Ma adorano ancora di più giocare con i genitori accanto a loro. Questa presenza conferisce un forte senso di tranquillità ai bimbi che quindi si sentono più liberi di sperimentare delle cose nuove. Allo stesso tempo c’è da tener presente che i genitori nella fase del gioco possono contribuire e stimolare il bambino ad apprendere delle nuove abilità. Ovviamente non bisogna mai forzare i bambini ad imparare a tutti i costi delle nuove nozioni, bisogna solo affiancarli e sostenerli nelle loro iniziative.

Il gioco c’è da dire che varia molto in base all’età del bambino. Crescendo il bimbo desidera, giustamente, giocare con giochi differenti in spazi diversi. A tal proposito sta ai genitori capire quale attività sia la migliore per il proprio figlio. Come si fa? Giocando insieme al vostro piccolo, dovrete cercare di capire le sue inclinazioni analizzando il suo modo di giocare e stabilire quali siano i giochi che preferisce fare di più. Se vedete che un gioco è troppo difficile per il vostro bimbo non dovete forzarlo, ma evitatelo per un po’, continuare potrebbe far sentire il bambino sfiduciato verso sé stesso.

Noi genitori dobbiamo fare in modo che il momento del gioco sia appagante e non mortificante, quindi se riscontrate che il vostro bambino non si diverte o è in difficoltà, cambiate gioco proponendogli un’attività più adatta a lui/lei. Un genitore non deve quindi comprare semplicemente dei giocattoli, ma ha il compito e il dovere di partecipare attivamente al gioco dei propri figli. Solo in questo modo si possono condividere dei bellissimi momenti con i propri bambini e si possono vivere delle emozioni fantastiche!

Mamme e papà, se volete un consiglio quando il vostro bambino vi chiede giochiamo insieme? rispondete di sì, perché così facendo non solo parteciperete al gioco, ma parteciperete attivamente anche alla crescita di vostro figlio.

MAMMA ANGI

www.mammatoday.com